Seguimi su Facebook   Seguimi su Twitter   Seguimi su Google Plus   Seguimi su YouTube   Feed  

06 dicembre, 2011

Chiesa



A me da piuttosto fastidio che la Chiesa continuerà a non pagare l’Ici.
Cazzo, mi dava fastidio prima, ma figuratevi voi quanto fastidio mi da adesso.
Mi hanno sempre dato fastidio un sacco di cose della Chiesa.

Non so, sarà partito tutto da quella volta in cui il giovane diacono del mio paese mi disse “Il comunismo ha fatto più morti di tutte e due le grandi guerre messe assieme” e io dissi “Eh no, altolà amico mio, questa è una cagata bella e  buona, dove te l’hanno insegnata, in seminario al corso di storia?” e lui imperterrito ripeté “Il comunismo ha fatto più morti di tutte e due le grandi guerre messe assieme” e io replicai “Perché, la Chiesa ne avrebbe fatti pochi?” e lui con un sorrisino rassegnato di chi sta parlando con un deficiente mi rispose “Forse dovresti chiederti CHI ha costretto la Chiesa a comportarsi in certi modi”. Io chiesi “Chi?”, lui fece un altro sorriso di circostanza, e oggi sto ancora aspettando una risposta.

Forse la Chiesa mi da fastidio perché quella volta che morì mio nonno il parroco del mio paese non permise a noi nipoti di leggere qualche breve frase di saluto durante il funerale, perché “non era previsto dal rito ufficiale”.
Mia nonna ci stette molto male.
Sapete com’è, aveva appena seppellito il marito e i nipoti non poterono fare nulla di carino per salutarlo durante il suo unico funerale.
Una stranezza, perché nel corso degli anni ci furono morti di serie A e morti di serie B; alcuni ebbero bei funerali commoventi, altri brutti funerali sbrigativi.
Ho sempre avuto il sospetto che il rito ufficiale non c’entrasse un cazzo, e che il vero motivo fosse che mio nonno non andava spesso in chiesa come avrebbe voluto il buon vecchio parroco, il quale decideva e ha sempre deciso a sua discrezione chi fosse un buon cittadino cattolico e chi no.
Il mio parroco probabilmente ha manie di grandezza, crede che spetti a lui giudicare la gente mentre è ancora viva, non al suo Dio. Probabilmente vuole far risparmiare un sacco di lavoro al suo principale.

Forse la Chiesa non mi sta particolarmente simpatica perché ho letto da qualche parte che la gente di chiesa dovrebbe essere povera, tollerante e pronta ad aiutare, e invece tutti quelli che ho conosciuto erano benestanti, pieni di pregiudizi e pronti ad aiutare solo quelli come loro. Ma sono sicuro che è solo un caso, e che negli altri paesi italiani la situazione è ben diversa.

Ho sentito che la Chiesa nel corso dei secoli ha fatto fuori un sacco di persone, ha finanziato campagne per eliminare quelli che non la pensavano come loro, ha bandito libri, ha condannato gente per non aver pensato come loro, ha tirato su un bel sacco di soldoni, ha appoggiato persone che coi valori cattolici avevano ben poco a che fare, di fronte a tragedie e soprusi se ne è stata ferma a guardare.
Pensare che hanno perfino scoraggiato l’uso del profilattico, un oggettino di lattice che riesce a prevenire malattie.

Non so voi, ma a me sembra come se avessero preso Gesù e gli avessero detto “Ehi, grazie per i tuoi insegnamenti, cercheremo di metterli in pratica nel modo più ottuso possibile”, e poi gli avessero costruito attorno una religione fatta di simboli e magie e cappelli giganti dorati al solo scopo di appesantire e nascondere il messaggio di fondo e renderlo incomprensibile all’uomo comune che fin da quando è bambino viene plasmato per essere ignaro di tutto e passare la sua vita a trangugiare particole del cazzo alla domenica mattina e a inserire pezzi da due euro nei cestini delle elemosine e a recitare alla sera prima di dormire delle formule magiche imparate a memoria di cui non riesce a cogliere il senso e del quale onestamente non gliene frega un cazzo e a credere che se continuerà a entrare in uno sgabuzzino buio e a parlare con un tizio che non vede in faccia  e a dire “confesso di avere bestemmiato e raccontato bugie alla mamma” un giorno aprirà gli occhi e si risveglierà in un posto pieno di nuvole e angeli che suonano le trombe e appariranno dal nulla suo fratello e suo padre e sua madre morti e gli diranno “ehi finalmente anche tu sei qua, hai visto che i due euro ogni cazzo di domenica mattina servivano a qualcosa?”.

Io me lo vedo Gesù che guarda giù sulla Terra e si mette le mani nei capelli ogni volta che un cardinale apre bocca e spara una cazzata. Me lo vedo proprio. “Ma dai cazzo, era così facile, non è possibile che l’abbiano sbagliato ancora!”

La Chiesa cattolica è come una fidanzata rompipalle. Tu le puoi spiegare per filo e per segno una cosa, e lei deve sempre interpretarla come cazzo vuole e finire per fare tutto l’opposto. La Chiesa è la fidanzata di Gesù.

Quando Gesù diceva di accogliere i diversi e gli emarginati e dimostrare amore anche al tizio che a pelle ci fa più schifo di tutti io non credo intendesse che il drogato va guardato male e la ragazza-madre va guardata male e il ragazzo che beve birra va guardato male e quello che bestemmia va guardato male e quello che fuma va guardato male; ma a quanto pare la Chiesa ha capito tutt’altro, a quanto pare è più giusto accogliere nella propria casa le signore di mezza età che si recano in canonica ad annaffiare i fiori e a spolverare la camera da letto del prete, perché quelle troie ciucciacazzi saranno pure le più spocchiose razziste e pettegole figlie di puttana del mondo e saranno pure cariche di pregiudizi fino al buco del culo ma di sicuro così facendo si stanno preparando un posticino in paradiso perché, come sta scritto nel Vangelo di Matteo 18, 15-20: “Lecca il culo al prete e svolgi le sue commissioni e aiutalo a preparare le torte per le feste parrocchiali e ti si aprirà il regno dei Cieli, puttana.”

Ah, e vorrei spendere le ultime due paroline per il tizio della Polizia Postale che dopo avermi trattato come un rifiuto umano per quello che avevo scritto sul blog mi chiese tutto serio se credevo in Dio.
Io ricordo che guardai per un attimo la piccola croce d’oro che aveva appesa al collo quella mattina, e dopo un secondo di esitazione risposi comunque di no, che non ci credevo, o perlomeno non credevo al Dio che ci presenta la Chiesa cattolica.
La mia risposta non fece altro che confermare che non ero altro che un ragazzino del cazzo senza rispetto e senza speranza, glielo lessi negli occhi.
Che dire, caro tizio della Polizia Postale: se stai leggendo in questo momento, sappi che non vedo l’ora che arrivi il giorno in cui entrambi saremo morti e ci ritroveremo reincarnati.
Quel giorno io, trottando sulle mie quattro lunghe zampe da cavallo, ancora frastornato per la sorpresa di quella inaspettata reincarnazione dopo la morte, mi avvicinerò a te, piccolo scoiattolino marrone che starai rosicchiando la tua bella ghianda, e guarderò giù, verso di te, piccolo scoiattolino marrone rosicchiatore di ghiande ed ex-tizio della Polizia Postale con pregiudizi verso i ragazzi che non credono nel tuo invisibile Dio onnipotente; e tu guarderai su, e noi ci guarderemo, e tutto il mondo sembrerà fermarsi per un attimo, e tra di noi passerà un lampo di tacita  comprensione che varrà molto più di mille parole, e dopo qualche secondo di imbarazzato silenzio io lancerò un potente nitrito che vorrà significare semplicemente “Vaffanculo”, al che tu lascerai cadere la ghianda a terra e abbasserai la testa, consapevole che le teorie sull’aldilà che ti avevano insegnato fin da piccolo si erano rivelate della madornali cazzate, e vergognandoti dello sgradevole comportamento nei miei confronti che adottasti nella tua vita passata.
A quel punto ti scalcerò con lo zoccolo e volerai via per spiaccicarti da qualche parte.




31 commenti:

  1. Cos'è successo con la Polizia Postale?

    RispondiElimina
  2. Non sarebbe stato meglio cagare sopra a quello della Polizia Postale?

    RispondiElimina
  3. Non trovo il pezzo che citi nel Vangelo di Matteo.
    Non è che ti stai confondendo con quello di Marco? O con l'ultimo libro di Bondi?

    RispondiElimina
  4. Ma al tizio della polizia postale non potevi rispondere che non erano cazzi suoi? se proprio volevi essere diplomatico, poteva starci anche "no comment (porcodio)".


    La cosa della fidanzata di Gesù comunque la riciclo.

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. dopo il discorso sulla chiesa sei diventato il mio idolo... dopo il discorso sulla reincarnazione(e il poliziotto del cazzo) sei diventato il mio FOTTUTISSIMO idolo

    RispondiElimina
  7. mi sa che io sarò la ghianda maremma'hane

    RispondiElimina
  8. Che palle, cazzo voleva la polizia postale?

    RispondiElimina
  9. Questo è il primo scritto bene da qualche tempo.
    Mi sa che ti vien bene solo in presenza di coinvolgimento emotivo (prendilo come un complimento).
    yeeee

    RispondiElimina
  10. Era per quella storia del (bellissimo) pezzo del pedofilo, se non sbaglio. Tempo fa qualcuno l'ha ripostato, con tanto di commenti. Che commenti, gente. Che commenti.

    Bravo Faina, sei partito un po' così ma hai sciorinato un fottutissimo climax ascendente da scrittore figlio di puttana. Bravo.

    Sono anni che dico a mio padre che i credenti, e la gente che va in chiesa, sono gli esseri più ributtanti del pianeta. Solo all'ultimo matrimonio di mio cugino ha palesato pensiero concorde. Forse perché ha realizzato che, effettivamente, quella merda umana di mio nonno va ogni domenica in chiesa. Sì, dev'essere per quello.

    RispondiElimina
  11. @ FagMike:

    Mi sa che hai ragione.

    @ Marco Poltiglia:

    Era per quella storia là, esatto. L'hanno ripostato sul forum di giovani.it. In effetti i commenti erano esilaranti.

    RispondiElimina
  12. Post banale, argomento trito e ritrito.
    Faina, dove sono finiti i post che scrivevi nel vecchio blog?!

    RispondiElimina
  13. Io non vorrei mai reincarnarmi in un cavallo. Mi sono stufato di avere il pene enorme.

    RispondiElimina
  14. L'ultima parte del cavallo e dello scoiattolo era siddharta, giusto?

    RispondiElimina
  15. hei faina, non centra un cazzo con il post ma conosci qualche blog spaccaculi? cazzo ne so tipo brukoniglio, volevo rileggere i suoi vecchi post ma hanno eliminato tutto. qualcosa di nuovo?

    RispondiElimina
  16. da, voce del verbo dare, si scrive con l'accento. dà.
    Immagino sia una scelta stilistica per andare incontro alle facoltà intellettuali della polizia postale.

    RispondiElimina
  17. Edmondo Epifani8 dicembre 2011 09:37

    Ciao, sono il tizio della Polizia Postale.
    Ah ah ah, questo pezzo mi ha fatto ridere dibbrutto. Bravo!

    RispondiElimina
  18. Mi ha dato molta soddisfazione, sono preoccupato

    RispondiElimina
  19. Ok il discorso della chiesa, io stesso mi ritengo anticlericale. Però, in generale, credo che definirsi credenti o atei "convinti" sia un errore. Cazzo ne sappiamo se esiste o no un dio? (che non necessariamente deve essere alto 5 metri con la barba lunga e bianca). E' come pretendere di avere la certezza che l'8 dicembre 2012 pioverà. Cazzo ne sai tu? io mi concedo il beneficio del dubbio. Secondo me ognuno deve agire secondo la sua morale: tanto agli occhi delle persone non sarai mai perfetto e qualcuno avrà sempre da ridire... Quindi meno pare sul Signoreiddioonnipotente e andate a drogarvi, stronzi

    RispondiElimina
  20. Faina, ma tu quanti anni hai? In rotazioni terrestri, dico.

    RispondiElimina
  21. Mi pare di cogliere un velato disappunto in merito alla qualità del servizio clienti dell'Azienda Chiesa.
    Se già non l'hai fatto, perché non disdici l'abbonamento?
    Chiamasi "sbattezzo".
    Altrimenti loro continuano a guardare con biasimo le anime dei peccatori, forti del consenso legale che rafforzano ogni volta che versano dell'acqua di bacinella sul crapino di un neonato, pronunciando antiche formule magiche.
    Divertenti per alcuni, tragiche per tutti.
    Bel post, anche se con troppi distinguo che certi parassiti sociali non meriterebbero.
    Ciao :o)
    (un bambino di satana)

    RispondiElimina
  22. @ rena.stefanini:

    una volta c'era 7yearwinter.com, ora il nulla.

    @ Sciuscia:

    ha importanza?

    @ Emix:

    è un errore del cazzo che faccio sempre.

    RispondiElimina
  23. Figuriamoci se l'ordine costituito può mettere in dubbio l'ordine costituito.

    RispondiElimina
  24. ahah arco dio faina ricchione

    RispondiElimina
  25. faina, dove posso trovare il vecchio blog?

    RispondiElimina
  26. @ Remoz Durden:

    http://fainaincazzosa.myblog.it/archives/

    a destra sul blogroll comnque è linkato come "Archivi"

    RispondiElimina
  27. Questo post meriterebbe di stare in home page su Repubblica

    RispondiElimina
  28. Ha un sacco di tempo libero la Polizia Postale.... la chiesa è un'azienda con i suoi servili dipendenti, credere in un qualche Dio è tutta un'altra storia. Ho scopero per caso il tuo blog, un caso fortunato.

    RispondiElimina
  29. Faina dice falsità. Ho qui Bagnasco a sostenerlo.

    RispondiElimina
  30. A me da solo fastidio il fatto che esista, la chiesa.

    RispondiElimina